Il Progetto Moli-sani

Foto di gruppo del 2005.
Archivio sito www.moli-sani.org

Partito nel marzo 2005, il Progetto Moli-sani ha coinvolto circa 25.000 cittadini, residenti in Molise, per conoscere i fattori ambientali e genetici alla base delle malattie cardiovascolari, dei tumori e delle patologie neurodegenerative.

Il rischio di essere colpiti da queste malattie dipende da molti elementi, i cosiddetti “fattori di rischio”. Alcuni sono legati alla genetica. Sono lì dalla nascita, scritti nelle cellule, e non possono essere cambiati. Altri dipendono dall’ambiente, da come una persona vive e mangia, se fuma, in generale dai suoi comportamenti quotidiani.

Tra questi due elementi, la genetica da un lato, lo stile di vita dall’altro, esiste un equilibrio complesso, che spesso disegna il confine tra salute e malattia. Conoscerlo significa consegnare nuove armi, spesso determinanti, nelle mani dei medici e dei loro assistiti. Significa adattare la giusta terapia, o la giusta prevenzione, ad uno specifico paziente, qualcosa che potrebbe essere completamente diverso da ciò di cui avrà bisogno il paziente successivo.

Ecco perché lo studio Moli-sani ha trasformato un’intera regione in un grande laboratorio scientifico. Un’impresa culturale e scientifica, iniziata nella Fondazione Giovanni Paolo II di Campobasso ed attualmente basata nell’I.R.C.C.S. Neuromed di Pozzilli, che ha già contribuito alla ricerca internazionale con diversi lavori di ricerca, e che oggi continua senza interruzioni.

Il laboratorio Molise

Crocevia tra nord e sud dell’Italia, una regione che ha mantenuto molte caratteristiche invariate nel corso del tempo, con una notevole omogeneità sia genetica che culturale. Eppure qui ci sono aree marine, collinari e montane, ognuna con uno stile di vita caratteristico dei suoi abitanti. E nel segno costante della dieta mediterranea, qualcosa cambia anche in cucina. Un mosaico di somiglianze e differenze da studiare a fondo per capire i fattori che influenzano le malattie cardiovascolari e tumorali.

Le informazioni raccolte

Nel corso della prima visita, il cosiddetto “baseline”, ognuno dei partecipanti allo studio Moli-sani è stato sottoposto a una visita medica approfondita ed ha risposto a questionari relativi al suo stato di salute, all’ambiente in cui vive e alle sue abitudini di vita. Campioni di sangue e urine sono stato inoltre raccolti, sia per essere analizzati subito, consegnando i risultati ai partecipanti stessi, sia per essere conservati nella Banca Biologica del Progetto.

Un progetto senza limiti di tempo

I partecipanti al progetto Moli-sani continuano ad essere seguiti regolarmente. Cambiamenti del loro stato di salute, o delle loro abitudini di vita, vengono infatti monitorati costantemente dai ricercatori. E con l’avvio della fase di “follow-up” è partita una nuova grande operazione, che impiegherà diversi anni e che vedrà tutti i 25.000 cittadini essere invitati a sottoporsi a nuove visite di controllo.

Vicino alla gente del Molise

Lo studio Moli-sani ha portato con sé molte altre iniziative rivolte alla popolazione di questa regione. Campagne informative, incontri sul territorio, collaborazioni con le realtà culturali e mediche del Molise: tutto rivolto a diffondere i più attuali ed importanti concetti di prevenzione delle malattie attraverso uno stile di vita sano.